Joachim Lenz, The benefit of doubt


PER: Matèria Gallery, Rome
COSA: Ufficio Stampa / PR

Dal 18 maggio Matèria presenta, per la prima volta a Roma, la personale di Joachim Lenz, The benefit of doubt, a cura di Akiko Bernhöft.
Joachim Lenz, classe ‘81, formatosi all'Akademie der Bildenden Künste di Monaco con Sean Scully e Günther Förg, pone al centro del suo lavoro il complesso piacere dell'atto stesso di dipingere. Proprio attraverso il processo Lenz lavora e riflette sulla materia come elemento che aggiunge significato all’opera: applicando diversi strati di colore sulla tela sovrapposti ai motivi già finiti, l’artista restituisce l’impressione che gli oggetti all’interno del quadro siano stati fissati alla superficie pittorica o si siano formati al di fuori di essa. Lo spazio del dipinto fatto di campiture piatte e frammentate e a volte di semplici linee d'orizzonte che suggeriscono vagamente un ambiente, aggiunge un’atmosfera di insolita sospensione al tradizionale svolgimento degli eventi o alla rappresentazione di essi.
I quadri di Joachim Lenz sono pervasi da atmosfere sospese e indefinibili, che alludono a una condizione autodistruttiva, a metà tra il paradosso, l’umorismo e la catastrofe. 


upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming  upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming  upcoming upcoming upcoming upcoming upcoming
upcoming  upcoming

ARTISTA
Joachim Lenz

CURATRICE
Akiko Bernhöft




Chen Xiaoyi, Spoken Leaves


PER: Matèria Gallery, Rome
COSA: Ufficio Stampa / PR

Matèria
ospita la seconda personale in galleria dell’artista Chen Xiaoyi dal titolo Spoken Leaves.
L’artista presenta un nuovo corpo di opere che evidenziano la spiccata propensione alla multidisciplinarietà sviluppata negli ultimi anni, che prende forma nella fusione di fotografia, produzione editoriale, scultura, video e tecniche di stampa sperimentali.
Intrise di un senso di profondità temporale, le opere di Chen Xiaoyi ancorano l'esperienza della vita a orizzonti indeterminati, confondendo il limite tra il tangibile e il trascendente, ricercando elementi magici nell’esperienza quotidiana.
Spoken Leaves
è una testimonianza dell’audace tentativo di Chen di catturare il senso dell'esistenza stessa.  



“Forse Chen Xiaoyi si domanda e condivide con noi anche dei quesiti sulla modernità e su ciò che è concreto e profano, perché quando ci ritroviamo di fronte e dentro la Natura, e quando cerchiamo una nostra dimensione e un accordo in questo mondo, certi interrogativi sono inevitabili e formativi.”


︎︎︎ Barbara Martusciello, Art a Part of Culture, 04 aprile 2024

ARTISTA
Chen Xiaoyi

Some PRESS 
Art a Part of Culture
Artforum
arte.go
ArteIn
Artribune
panzoo
Segnonline
Zero_Roma

FOTO
Roberto Apa









Mark

   events management   press  communication  social management  brand positioning  copywriting   events management   press  communication  social management  brand positioning  copywriting